Marzia Magrini è la nuova presidente dell'Ordine provinciale


È Marzia Magrini la nuova presidente dell'Ordine provinciale degli architetti di Firenze. Quarantotto anni, nata a Roma, da molti anni vive e lavora a Firenze, dove si è laureata alla facoltà di Architettura e dove svolge la libera professione.

Vicepresidente uscente, già referente dell'Ordine per la Commissione Professione e per la Commissione Valdarno, Magrini succede ad Alessandro Jaff, in carica dal luglio scorso fino a oggi. Come vice avrà Egidio Raimondi: anche lui classe '66, libero professionista, è il referente per la Commissione Das Architettura Sostenibile e per il Comitato scientifico per la formazione professionale.

La rotazione annuale dei vertici della presidenza rimane una consuetudine per l'Ordine provinciale degli architetti fiorentini. Inaugurata nel 2009, viene riproposta dall'attuale Consiglio - eletto ed insediatosi l'estate scorsa ? quale efficace strumento di partecipazione, in grado di garantire la massima condivisione democratica delle decisioni e il rifiuto di ogni forma di personalismo.

«In continuità con il primo anno di mandato ? dice la neo presidente ? ci occuperemo ancora dei temi caldi dell'urbanistica cittadina e regionale, con particolare attenzione verso i Comuni impegnati, come Firenze, nel percorso di approvazione dei Regolamenti urbanistici e all'evoluzione del Piano di indirizzo territoriale e della nuova Legge urbanistica regionale. Non mancheremo di dare il nostro contributo, come sempre con un atteggiamento propositivo e costruttivo nei confronti delle istituzioni».

Approvazione PIT nota stampa dell'Ordine


Con l'approvazione delle integrazioni al Piano di indirizzo territoriale si arriva finalmente, dopo un iter molto faticoso, ad un primo risultato per quanto riguarda l'assetto delle infrastrutture in Toscana.

Tuttavia alcuni aspetti sia del Pit che del Piano paesaggistico destano perplessità e preoccupazione. In particolare, le integrazioni approvate oggi rischiano di essere una debole mediazione, già messa in discussione da Enac sulla lunghezza della pista aeroportuale.

Ma anche allargando lo sguardo al Pit nel suo complesso e al Piano paesaggistico, le decisioni della Regione appaiono troppo deboli nelle scelte infrastrutturali di fondo e troppo forti nei divieti imposti ai cittadini privati.

L'idea-guida del Piano paesaggistico sembra la cristallizzazione del territorio toscano, se non addirittura la volontà di tornare ad un paesaggio mezzadrile che da tempo non esiste più, perché ormai modificato dalle trasformazioni sociali e urbanistiche che ha vissuto la nostra regione. Era necessaria un'opera di razionalizzazione dei vincoli paesaggistici, che invece restano gli stessi di sempre, con il risultato paradossale che aree totalmente prive di valore paesaggistico, come alcune aree industriali, saranno vincolate.

Come se non bastasse l'introduzione di questo Piano comporterà un ulteriore appesantimento degli iter burocratici di approvazione degli atti di pianificazione: questo appesantimento ricadrà non tanto e non solo sui professionisti, ma in ultima analisi sui progetti e le aspettative dei singoli cittadini.

Ruc Firenze, dubbi e proposte dei professionisti:


 “Piano timido su riqualificazioni, serve più coraggio nel pensare la città di domani”

Presentate le osservazioni degli Ordini e dei Collegi delle professioni tecniche al Regolamento urbanistico di Palazzo Vecchio. Aumentare le possibilità per il riuso, rivedere le regole della perequazione, una maggiore qualità progettuale per l'architettura, le infrastrutture e il verde urbano: sono solo alcune delle proposte avanzate dai tecnici.

Nuova modalità per invio attestati formazione


Comunichiamo a tutti i colleghi che gli attestati relativi ai corsi erogati dalla Fondazione Architetti Firenze arriveranno per Posta Elettronica Certificata e che l'attestazione sarà contenuta nel testo del messaggio e non più nell'allegato.
Vi consigliamo pertanto di salvare questi messaggi PEC sul vostro computer e/o stamparli e conservarli con cura.
Questa nuova modalità assicura, oltre al valore legale della trasmissione dell'attestato, una maggior rapidità nell'emissione degli attestati stessi.

Premio "AGIBILE E BELLA"


Architetture di qualità per la qualità delle scuole. Scad.: 01 Settembre 2014

Campagna "Adotta un modulo"


Adotta il modulo promuovendone la diffusione e l’adozione

In seguito all’accordo “Italia semplice” - siglato tra Governo, Conferenza delle Regioni, ANCI e UPI - e il DL 90/2014 sono stati redatti i moduli unificati per la SCIA edilizia e il Permesso di costruire, considerati indispensabili “a garantire la libera concorrenza e livelli essenziali concernenti i diritti civili e sociali che devono essere garantiti
su tutto il territorio nazionale.”
Gli Architetti italiani, interni ed esterni alla Pubblica Amministrazione, si impegnano a promuovere questo atto di civiltà verso i cittadini che semplifica il lavoro quotidiano, per fare sì che Regioni, Comuni e Provincie adottino davvero i moduli unificati, cooperando tra loro perché i processi amministrativi siano chiari e trasparenti, per fare sì che possiamo tornare a progettare, per risolvere i problemi dell’habitat senza spendere tempo ed energie a rincorrere una sterile burocrazia. Per questo chiediamo agli iscritti al nostro Albo professionale di agire presso le Pubbliche Amministrazioni in modo solidale perché questa piccola ma importante riforma diventi realtà e non la solita norma presto dimenticata e resa inutile.
 

Obbligo di dotarsi di POS dal 30 Giugno


Si ricorda a tutti li iscritti che rimane valida la scadenza del 30 giugno prossimo per l'obbligo di dotarsi di strumenti di pagamento con carta di debito (POS). Si mette in evidenza la circolare del CNAPPC in cui sono spiegate le azioni promosse dallo stesso Consiglio Nazionale perché sia rivista tale norma, con allegato parere legale a supporto.

Si suggerisce comunque di concordare, all'atto di sottoscrizione del contratto, che, lo ripetiamo, è obbligatorio, le modalità di pagamento col committente e di formalizzarle nello stesso, in modo che vi sia una corretta informazione e chiara accettazione delle parti sulle scelte pattuite.

Esistono anche delle applicazioni gratuite per Smartphone o Tablet (clicca qui per saperne di piu) che consentono, con un servizio di messaggeria e dei costi proporzionali alla transazione non elevati, di effettuare pagamenti con ricevuta inviata in formato pdf che assolvono alla medesima funzione.

11- 18 Settembre Source Self Made Design


Apre i battenti la seconda edizione! Più di 50 designer italiani e internazionali selezionati per questo secondo anno. Francia, Canada, Stati Uniti, Iran, Grecia, Svezia, Finlandia, Cile, Belgio i Paesi coinvolti. Un programma culturale ricco di ospiti e di attività (workshop, seminari e conferenze) per parlare di design con addetti ai lavori e non solo. Il tutto in un contesto magico come la Limonaia di Villa Strozzi.

Premio INU Letteratura Urbanistica 2014


E’ bandito il Premio INU Letteratura Urbanistica 2014 – 3° edizione, per promuovere la cultura urbanistica e divulgare le attività teoriche e di ricerca.
Il premio è dedicato alle pubblicazioni di settore ed organizzato nelle sezioni:

> monografia
> contributo in libro collettaneo
> articolo di rivista
> inedito

e sarà assegnato ad opere di letteratura urbanistica secondo le modalità descritte nel Regolamento. La locandina

Gli autori dovranno inviare domanda di partecipazione al premio alla e-mail inued@inuedizioni.it entro il 30 settembre 2014.

OII+ ARCHITECTURE WEEK


Torino, dal 27 settembre al 5 ottobre 2014, c.so Massimo d’Azeglio 10

14° Biennale d'Architettura di Venezia


In occasione della 14° Mostra Biennale di Architettura di Venezia il CNA ha stipulato una convenzione per prezzi agevolati per i biglietti d'ingresso e possibili visite guidate personalizzate inoltre ha riconosciuto n. 2 CFP a chi visiterà la mostra.
Il biglietto rilasciato dalla Cassa della Biennale  sarà valido ai finid ell'attribuzione  di 2 crediti formativi professionali da richiedere allla Segreteria dell'Ordine degli Architetti P.P.C. di Firenze inviando il biglietto timbrato e firmato dall'iscritto dalla propria PEC aarchitettifirenze@pec.aruba.it entro il 23 Dicembre 2014.
ATTENZIONE: questa procedura vale solo per gli iscritti all'Ordine di Firenze, i colleghi iscritti ad altri Ordini devono rivolgersi alle rispettive segreterie.